Due parole sul blog

Se pensate che qui si parli di Fate, Elfi e Creature simili, beh, avete ragione.
Quasi.
La verità è che qui la vera protagonista è la Terra, com'è o come avrebbe potuto essere se...Se l'uomo non fosse com'è, se si fosse evoluto diversamente, se le cose fossero andate in un altro modo...

Se volete scoprire la Valle attraverso i RACCONTI potete cliccare sul pulsantino "Frammenti", oppure scegliere attraverso l'indice alla vostra destra. I numeretti indicano l'ordine cronologico.
Se cercate i gioielli, non avete che da scendere col cursorino, oppure cliccare il pulsantino "Gioielli".
Se volete saperne di più sulle diverse Creature, cliccate "Creature Fatate".

Su, su, guardate, guardate...

sabato 29 agosto 2015

Frammenti: "Come Polvere Nel Deserto" parentesi

(Link capitoli precedenti: p.:31 p.: 30 p.: 29 p.:28 p.:27 p.:26 p.:25 p.:24 p.:23 p.:22 p.:21 p.:20 p.: 19 p.:18 p.: 17 p.:16 p.:15 p.: 14 p.: 13 p.:12 p.:11 p.: 10 p.: 9 p.: 8 p.: 7 p.:6 p.:5 , p.:4 , p.:3 , p.:2 , p.:1
******************************
Ho interrotto per un mese buono la storia di Marabel.
Il fatto è che c'è un intruso, qualcuno che si è infiltrato di soppiatto e si è preso tutta la scena, a sorpresa.
Floyd sta piacendo un sacco, però.
Piace da matti alle signore e i signori fanno il tifo per lui...e pure io mi ci sono terribilmente affezionata. Lo conosco ogni giorno di più e ogni giorno mi rendo conto di qualcosa che Marabel dirà ad Eva, tra poco: "Ci sono persone così meravigliose, al mondo, che, anche se sai che non ti appartengono, come puoi non amarle?"
Floyd cattura, con tutta la Magia del suo popolo.

Sua Maestà possiede tutto l'oro immaginabile, ricchezze, tesori, ed è privo di tutto ciò che, invece, sognerebbe: una famiglia amorevole, la salute, la libertà, la vita.
Floyd è nato poverissimo, emarginato, parte del popolo più umiliato e schiacciato nella storia (almeno quella nota) dell'umanità, eppure è sano, forte, intelligente, libero, magico e circondato da una famiglia bellissima e amorevole, sebbene toccata da una tragedia terribile.

Lontani tremila anni e diecimila chilometri o giù di lì, hanno molto in comune e altrettanto in differenze.
Per questo è diventato tanto difficile andare avanti: presto dovrò lasciarlo andare per la sua strada, presto Marabel troverò il coraggio di tornare al suo cammino solitario ed incerto e io mi sono trovata a rimandare e rimandare quel momento.
Ho aperto un'altra pagina.
Dubito di poterne aprire all'infinito, ma penso di tornare alle puntate una alla volta appena Marabel tornerà in Egitto.
Ecco il link alla pagina
al post seguente: Ripresa

giovedì 27 agosto 2015

Collana "Eagle Man Changing Woman"

Buondì.
Avevo un paio di punte di freccia in Ossidiana, superstiti di un gruppetto un po' più corposo di cui, befanamente, ho regalato i componenti, e ho deciso di dare loro (ad una di loro, per il momento) una parte migliore che quella di stare in fondo ad una scatola a scompartini.

E' uscito questo simpatico affarino:
Le piume, nel mio disegno originale, erano tipo la metà di quelle, ma ho il filo da cucitura da 0.25 tirato a mano ed è troppo grosso e duro (nonché fragilino) per cose troppo minuscole. In effetti, ho rifatto tre volte la montatura della freccia, tentando di convincere il filo a sembrare più fino, ma questo è quanto mi è riuscito di ottenere.
Mah, per ora mi contento...
Prospettiva 1:
 Prospettiva 2:
Qui metto in rilievo le Tormaline cui è attaccata la piuma più piccina:
Indossata:
 
Dunque...
Ossidiana Lacrima di Apache, Tormaline rosa, verde e azzurre sfumate, Agata nera, Calcedonio grigio, goccia di Granato, sferette da 2mm di Quarzo fumè (purtroppo chiaro), Diamantino di Herkimer (nell'apertura romboidale della montatura).
Argento 925 da 0.7 e 0.25mm, di cui
Per la freccia: 80 cm di 0.7, circa 3.5 metri di 0.25.
Per la penna grande: 12+25 cm di 0.7 per la struttura, 3 metri di 0.25 per le barbe.
Penna piccola: 9+18 cm di 0.7 per la struttura, 1 metro di 0.25 per le barbe.
 
circa 20 cm per parte di 0.5 per la copertura della chiusura, più due pezzetti da 5 cm per gli anellini in nodo orefice.
La copertura è necessaria perché il filo interno del collier non è filo, ma acciaio armonico, in modo da restare elastico, ma piuttosto rigido.

La punta di freccia, spesso chiamata "spellbound arrowhead" (bello, eh?) indica forte protezione, mentre le due penne, di cui una ha una goccia di sangue (il granato) ad indicare l'uccisione del proprio nemico, indicano, tra le altre cose, un atto di valore. Il taglio laterale, appena sopra la goccia di sangue, indica che il portatore della penna è stato ferito nella sua battaglia.
Ovviamente questo può avere diversi livelli di lettura.
Mi limito a questa spiegazione molto rapida, perché sennò facciamo notte.
E' sufficientemente carino?

sabato 22 agosto 2015

Fotine con la Milly...

La mia modellina è tornata e abbiamo finalmente fatto le foto con le ultime cosette, inoltre la cliente dell'ultima cuffietta mi ha mandato una foto indossandola, così metto qui tutto insieme.
Ecco la cuffietta:
Devo dire che, poiché l'orecchino può essere girato nei due versi e quindi portato sia all'orecchio destro che al sinistro, la catenina andrebbe sistemata quando lo si gira, aiutandola a scendere verso il basso della foglia, cosa che la cliente non ha fatto, per cui la cuffietta qui ha l'aspetto un po' squadrato..
Ed ecco la Milly con la collana:
Cuffietta abbinata:
Orecchino a cerchio abbinato:

 Ciondolo "Piuma" con laccio in cuoio.
 
Avrei voluto fare una foto in cui si vedesse la collana ed entrambi gli orecchini, ma si vedeva anche la faccia della Milly, la quale ha qualche problema con la macchina fotografica: quando ne vede una tende ad assumere espressioni da "bolla", o da pesce bollito che dir si voglia.
Se tentassi di pubblicarla, mi terminerebbe fisicamente.

martedì 18 agosto 2015

Penna d'Argento

In attesa della mia modellina che oggi è andata nientepopodimento che a Milano all'expo (biglietto aggratiss, sennò non se lo filava manco di striscio!), posto un esperimento:
sto tentando di fare delle piume d'argento per un paio di progetti, ma questa era venuta troppo grande, così la lascio da sola, come ciondolo singolo.
Non so se piace, le prossime saranno sicuramente meglio:
 L'ideale è portarla con un laccio di cuoio, ma voglio migliorare il laccio con qualche separatore o componente. Un paio di anni fa mi ero divertita ad usare bei lacci di cuoio larghi e a costruire dei motivi fissi attorno, ma il problema è che, se è necessario pulire l'argento, il cuoio tende ad indurirsi, per cui avevo soprasseduto.
L'idea però a me piace parecchio, quindi voglio trovare una soluzione.
Si accettano consigli, naturalmente.
 Primo piano sulla mano per vedere la dimensione.
La lunghezza è di circa 9 cm, la larghezza al centro 2 e qualcosina.
Il Granato a taglio tondo piatto sul lato rappresenta il segno di pittura rossa che, nella simbologia dei Nativi Americani indica che chi porta la penna ha ucciso un nemico.
Significa che, se qualcuno vuole indossarla, dovrebbe voler dichiarare di avere ucciso il proprio nemico...
E Star Wars insegna... ;)
Non ho misurato l'argento. Simpatica, vero? Per sapere il prezzo devo pesarla. Sigh!

domenica 16 agosto 2015

"First Nation Style" 2, orecchino e/o cuffietta

Visto che sono sopravvissuta al caldo infernale, ora mi sto rimettendo al lavoro.
Con calma, ma mi ci sto rimettendo.
Oggi è tornata la Milly, domani o dopodomani mi farà da modellina e completerò i post, intanto presento il resto della "parure".
Bene, ho pensato che un orecchino e una cuffietta potessero essere meglio di un normale paio di orecchini.
Possono essere messi insieme, asimmetricamente, o uno singolo.
Ecco la cuffietta:

Argento 925 con Labradorite bianca, questa volta tonda, Berillo bianco/azzurro, Corniola e Calcedonio grigio, più due penne.
Ed ecco l'orecchino classico:
 
Purtroppo la pennetta di è girata e non si vede bene il colore...cerchio con Berillo bianco, Labradorite bianca, Corniola, Calcedonio, il tutto in Argento 925.
Alla Milly è piaciuto un sacchissimo...
Qui, visione d'insieme:
La roba gialla che si intravvede sotto la cuffietta è un pezzo d'ottone per sorreggerla.

venerdì 14 agosto 2015

Collana d'Agosto "First Nation Style"

Ebbene si, sono viva, anche se per poco.
Sto schiattando di caldo, il gatto è come una sottiletta, le tartarughe che ho a balia si ribellano al cibo, se non è di primissimo ordine, e alla gabbia (d'altra parte, oltre all'ora d'aria, non le lascio in giro, ho timore di perderle o che si facciano male), e per fare un lavoro di un paio d'ore ci metto tipo tre giorni.
Mi è preso il trip di levarmi di torno alcune pietre comprate per un lavoro che è poi sfumato (e considerata la cliente, ringrazio tutti gli Dei esistenti, noti, ignoti, dimenticati o ancora da scoprire), ma non volevo perdere molto tempo, perché sto facendo altre cose.
Sempre se sopravvivo, ovviamente.

Native American Style, ma con pietre un po' meno costose delle loro, che già così viene un patrimonio, Argento (il filo interno è 0.6), pietre e piumine piccine che montarle è stato un gran casino.

Eccola:
 

Argento 925, di cui purtroppo si vede una piccola parte, sferette separatrici Argento 925, Quarzite  gialla, Berillo bianco, Labradorite bianca, Corniola, Agata Botswana, Calcedonio facette, e sferette di Quarzo, Piumette di cocorita...quelle ci ho! 
Le piume sono minuscole e l'unico modo per fissarle è filo da gioielleria fissato con colla da metalli sulla rachide.
Da un po' l'idea di bigiotteria Native American made in Bali della peggior specie, ma almeno è fatta con cura e NON è balinese, giuro! Le cocorite che avevo a balia erano tutte italianissime, parolacce comprese.
Un paio di primi piani:

Appena torna la Milly dal mare mi faccio prestare il collo e posto la collana indossata.
Ora, io amo molto l'arte Nativa del Nord: Haida, Kwakiutis, Tlingit e via dicendo, ma per il mio lavoro è difficile da riprendere, mentre l'arte di zone più (sigh!) calde, tipo Navajo o Apache, a parte l'intaglio del Turchese o della madreperla, è più imitabile.
Insomma, ho ottenuto un risultato dignitoso?
So che dovrei chiederlo ai diretti interessati, ma si metterebbero a ridere e non risponderebbero...
 
P.S.: Se i lettori e/o fruitori del blog vogliono che rivolga ancora loro la parola, sono pregati di NON pronunciare parole blasfeme come "indiani" "apasc" "navaio" in mia presenza o assenza.
Si accettano solo: Nativi, Indigeni, Primo Popolo, Apaci, e Navaho e via dicendo.
Se tenete alla cotenna.
Miaociotti.